Retard

Lo spazio dedicato agli utenti “speciali”, ai negri, agli uominisessuali e a quelli che vengono insultati giustamente dal Duca. Qui l’unica qualità sempre OT è il buonsenso. Che Iddio ci aiuti.

5.011 thoughts on “Retard

    • Necros
      aprile 26, 2016 at 1:11 pm
      Permalink

      l’orrore

      Reply
    • aprile 29, 2016 at 8:22 am
      Permalink

      D’Andrea ha già pubblicato […] Una lucida moneta d’argento, La rosa e i tre chiodi e Il regno che verrà, quest’ultimo […] solo in versione ebook a causa del ridotto numero di copie vendute per i due capitoli precedenti.

      Ahr ahr ahr, finalmente lo si ammette anche a mezzo stampa.

      Reply
      • aprile 29, 2016 at 8:29 am
        Permalink

        Maaaaa continua purtroppo la mistificazione de “i diritti già venduti all’esteroh! Capolavoroh!”
        Fra l’altro tutti gli altri articoli-marchetta lo spacciano come il suo romanzo d’esordio. Povero il nostro novello Gaiman! E l’articolo de Il Post dice a chiare lettere che Wunderkind era Fantasy per ragazzini *legasp* che affronto!

        Reply
        • maggio 6, 2016 at 8:31 am
          Permalink

          Zwei quando esce lo compro e te lo spedisco 😛
          Qua è fantatrash di livello!

          Reply
    • Zweilawyer
      ottobre 12, 2015 at 9:59 am
      Permalink

      Adeguatissima. Ovviamente rimando alla fortunata serie sul Libro Verde di pedofilo Khomeini.

      Reply
      • ottobre 12, 2015 at 2:34 pm
        Permalink

        Eheh la conosco bene 😆

        Reply
  • Zweilawyer
    ottobre 8, 2015 at 10:02 am
    Permalink

    C’è un’altra novità. Ora è possibile commentare senza arrivare in fondo all’articolo. Al lato di ciascun post avrete notato che compare un pulsantino scorrevole “+” con cui commentare direttamente. Il vostro commento apparirà in calce all’articolo con un link alla riga di riferimento.

    Reply
  • Zweilawyer
    ottobre 7, 2015 at 8:02 pm
    Permalink

    La top finissimi tornerà. Per le cazzate sto valutando un mini forum. Domani proverò a mettere qualche altro contenuto.

    Reply
    • ottobre 7, 2015 at 8:57 pm
      Permalink

      *^* ma se cancelli le bacheche si perderanno un sacco di contenuti retard interessanti… io quando voglio farmi due risate apro la Retard in una pagina random, per rivangare i vecchi tempi con Dago allupato alle calcagna di Tenger, Kenar che sbroccava ogni due per tre e Alberello che iniziava a broccolare con Dustina… questi sono momenti storici!

      Reply
      • Zweilawyer
        ottobre 7, 2015 at 9:22 pm
        Permalink

        Non cancellerò nulla! Quanti blog possono vantare un post da 5.000 commenti?

        Reply
        • ottobre 7, 2015 at 10:02 pm
          Permalink

          ^^ Mi sono lasciata fuorviare dal tuo “che dovrei eliminare”.
          Con questo comunque i commenti sono ‘solo’ 4999, l’onore del cinquemillesimo dovrebbe spettare al padrone di casa!

          Reply
  • Zweilawyer
    ottobre 7, 2015 at 3:42 pm
    Permalink

    Ci siamo quasi. Manca solo qualche link per le bacheche (che dovrei eliminare).

    Reply
    • ottobre 7, 2015 at 7:30 pm
      Permalink

      Uno spazio per le minchiate lasciacelo, dai. Che già non vedere la top 20 fikissimi è un colpo al cuore.

      Reply
      • ottobre 7, 2015 at 7:58 pm
        Permalink

        Lol, pensavo lo stesso. Giusto ieri ho scoperto di essere un fikissimo e il mio cuore si è gonfiato di orgoglio. La gloria è durata poco, ahimé.

        Reply
    • ottobre 7, 2015 at 10:32 pm
      Permalink

      Un grandioso restyling del sito in occasione dell’anniversario della Battaglia di Lepanto.
      Coincidenza o tributo a Santa Madre Chiesa? 😀

      Reply
      • Zweilawyer
        ottobre 7, 2015 at 11:14 pm
        Permalink

        O per l’anniversario della guerra del Kippur? Ta-dan!

        Reply
  • settembre 4, 2015 at 11:53 am
    Permalink

    In attesa che il massiccio zwei dal naso adunco ed i dotti frequentatori ti passino roba di storia, io (da giocatore vetusto di larp) provo ad affrontare la cosa dal mio punto di vista.

    Innanzitutto il larp è interazione del tipo rapida. E’ come se incontri dei tipi al bar, ecco. Il pensiero (filosofico ed esoterico) è utile quando si crea un pg da larp, ma più che altro per poter definire una coerenza per le decisioni che affronterà. Disprezza le donne per via della sua religione? Bene! Se interagirà con una donna la tratterà male. E così via.

    Però quando incontri uno al bar non è che chiedi la sua vita o il suo pensiero. Spesso noto un sacco di giocatori che tirano fuori pg con un bg fighissimo ed articolato nei minimi dettagli che però non risaltano perchè nessuno si mette a chiedergli la loro storia ovviamente. Imho alla filosofia ed al pensiero devono essere associati aspetti pratici, specie se l’evento prevede tante persone (e quindi lascia poco spazio all’individualità). Come puoi risaltare nella massa? Io in genere considero due aspetti (oltre al costume, che vabbè è scontato):

    Modi di parlare: una persona che parla normale la si ricorda poco. Uno che ha un tic, che balbetta o che usa parole in un’altra lingua invece spicca molto. Ti consiglierei di usare parole ebraiche che puoi trovare in rete (https://it.wikivoyage.org/wiki/Tematica:Frasario_ebraico o https://it.wikipedia.org/wiki/Saluti_ebraici o http://www.nostreradici.it/glossario.htm) Non serve che tu sappia parlare un ebraico, giusto qualche parola. Magari un saluto, un’imprecazione e roba così.

    Oggettistica: altro aspetto che trovo fondamentale sono gli oggetti. Il larp è interazione tra i giocatori, quindi bisogna trovare degli oggetti tipici del pg che lo facciano interagire con altri. Per esempio quando giocai un pg giapponese mi portai un servizio da tè ed inizia a fare ed offrire tè a tutti quelli che incontravo (con l’inculata che stavo strafatto di teina e non riuscivo a dormire). Dovresti trovare qualche rito o qualche oggetto tipicamente ebraico che ti può far interagire con gli altri giocatori ricordando a tutti che sei ebreo ed in più creando gioco.

    Detto ciò good luck per l’evento e spazio agli storici.

    Reply
    • settembre 4, 2015 at 5:48 pm
      Permalink

      Grazie Lux!
      A dire il vero non sono un novellino dei larp, in questi mesi sto preparando il costume e gli accessori.
      Carattere e obiettivi sono già impostati dagli organizzatori (ho una scheda pg di 9 pagine solo di descrizione del mio personaggio e del suo carattere/obiettivi), il mio problema è che tra i vari suggerimenti c’è anche:
      – Illustra a qualcuno degli intellettuali presenti l’inestimabile valore filosofico e religioso della tradizione ebraica
      – L’esoterismo è un mezzo, non un fine, ma non di meno la tua erudizione nell’ambito è grande… trova l’occasione per fare dotte citazioni ed accreditarti agli occhi degli esperti d’occulto

      E li casca l’asino (ossia io), per quello volevo arrivare un po’ preparato proprio da non dire fesserie.

      Le parole ebraiche sono un ottimo suggerimento, lo userò senz’altro, btw dovrei essere un ebreo francese quindi stavo imparando anche qualche parole di francese (oltre che avere il nasone ma quello mi ha già dotato madre natura 🙂 ).

      Reply
  • settembre 4, 2015 at 10:55 am
    Permalink

    Chiedo aiuto ai dotti frequentatori di questo blog.
    A ottobre ho un larp dove interpreterò un ricco (e nasuto) banchiere ebreo di fine ‘800.
    Oltre che esperto di economia (ma li sono coperto), e nasuto, dovrò anche mostrarmi esperto di pensiero filosofico ebraico e pensiero esoterico ebraico (sono pure cabalista).
    Essendo che le mie competenze nel campo sono tipo quelle di Rocca nel fantasy, chiedo a voi se sapete indicarmi siti, blog o articoli da cui tirare fuori un infarinatura.

    No libri che non ce la farei a leggerli e impararli tutti per ottobre.
    Grazie in anticipo!

    Reply
    • agosto 22, 2015 at 7:13 pm
      Permalink

      Ah, quindi è pronto!? *o*

      E io, tu e Ishamael ci meritiamo calci nelle gengive, abbiamo tutti e tre scritto crowfunding XD raccolta corvi, come no… li mandiamo a scagazzare sui nostri avversari, arrrrr!

      Reply
    • agosto 23, 2015 at 12:03 pm
      Permalink

      Solo se ti possiamo pagare con foto di coniglietti, del Duca e del Duca insieme ai coniglietti.

      Reply
    • agosto 23, 2015 at 12:42 pm
      Permalink

      Posso fare il crowfunding per Zodd?

      Certo. Ma voglio in omaggio il calco in gesso del tuo membro. 😛

      E io, tu e Ishamael ci meritiamo calci nelle gengive, abbiamo tutti e tre scritto crowfunding XD raccolta corvi, come no… li mandiamo a scagazzare sui nostri avversari, arrrrr!
      LOL

      Reply
  • agosto 20, 2015 at 9:59 pm
    Permalink

    Sarà un altro “giovane talento emergente”? Sarà una carrida scrittrice che metterà in discussione il primato del Vate? O davvero avrà scritto una bella trilogia? Non si sa…bisogna attendere l’esito della raccolta di fondi (in italiano moderno crowdfunding) per capirlo. Nel frattempo…

    http://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2015/08/18/news/nelle-terre-magiche-di-giada-il-mio-fantasy-nato-a-faedis-1.11949662

    La radice etimologica “carr” sembra fare stragi nelle menti degli scrittori fantasy italiani emergenti. Prima il Sorrenti con “carridi” (si d’accordo, è stato inventato qui a causa di uno spazio non digitato…lo possiamo ammettere, ma suvvia…non è la prima né l’ultima volta che il genio si manifesta da un errore) adesso la Beccari con “acarras” …già mi pregusto le acarrasiane evoluzioni dei personaggi; o acàrride? E in tal caso, sarebbe una a privativa di carrido o è un termine dall’oscuro e diverso significato?

    Reply
    • agosto 22, 2015 at 4:47 pm
      Permalink

      «I racconti che hanno fatto nascere in me la passione per il fantasy – ci spiega Giada – sono stati prima di tutto quelli della collana del Mondo Emerso di Licia Troisi, poi Eragon e il ciclo dell’eredità di Paolini
      Questo spiega molte cose.

      Sulla trama de L’esercito delle Belve, possiamo anticipare che la protagonista, Misty, è una ragazza diciassettenne dagli strani capelli arancioni
      O_O
      Misty? Ma quella dei Pokemon? 😀
      che vive una pacifica vita nel suo villaggio, sino a quando è raggiunta da Kijo, un ragazzo dalla chioma verde con una grande e spaventosa cicatrice sulla parte sinistra del volto.
      Zoro di One Piece imho.
      Misty si fa ipnotizzare dalle parole del ragazzo che la porta nelle Terre Magiche, un mondo mai conosciuto.
      Che noia. Neanche un nome degno è riuscita a trovare. Zafferopoli immagino che sia già stato usato. XD
      e Domatori, uomini e donne capaci di concretizzare la loro anima in una Belva con l’affinità ad un elemento naturale,
      …e una spolverata di Bleach ( ma anche Naruto e altre decine di manga) che non guasta mai.
      Con la promessa di farle scoprire la sua Belva – perché, come le viene detto, Misty è una Domatrice – Kijo la conduce all’Accademia, un luogo dove i Domatori addestrano soldati e le loro Belve all’imminente ritorno della prolungata guerra che colpì le Terre Magiche centinaia di anni prima, quella tra i Domatori di Belve normali e i Domatori Oscuri, la cui Belva ha affinità con l’elemento dell’ombra.
      Ecco.
      Una storia talmente nuova da togliere il fiato.

      L’idea del crowfunding invece è potenzialmente carina ma…come diavolo funziona di preciso? La finanziano al buio? Leggono la sinossi? Mah.

      Reply
      • agosto 22, 2015 at 5:54 pm
        Permalink

        Peggio, è ancora peggio Ishamael: c’è un’altra intervista oltre a quella, qui:

        http://www.affaritaliani.it/libri-editori/editoria-giada-sogna-di-pubblicare-con-il-crowdfunding-il-suo-primo-libro-378437.html

        in cui cita testualmente:

        Che cosa rappresenta Misty? Temo che ci vorrebbero troppe righe per esprimerlo completamente, ma posso riassumere dicendo che vorrei che Misty rispecchiasse me stessa. E’ il mio obiettivo, vorrei essere come lei: forte, coraggiosa, determinata e sommersa di avventure

        è la classica self-insertion preadolescenziale (e intendiamoci, anch’io a dodici anni volevo avere i superpoteri e saltare nei libri che amavo e viverli assieme ai protagonisti, ma mi sono fermata molto prima di scriverne, sia pure come passatempo!).

        Per il crow-funding, su siti come Indiegogo per progetti simili, tipo fumetti, di solito ci sono sinossi, anteprime di tavole più o meno rifinite, studi di character design… materiale complementare a discrezione dell’autore, insomma. In coda all’articolo linkato da Montoya comunque c’è il link per il blog e da lì si risale a quello per il crow-funding (non lo inserisco perché il filtro di Zwei mi vuole male e due link a volte sono sufficienti per finire nello spam T^T)

        Reply
      • agosto 28, 2015 at 2:24 pm
        Permalink

        chi li ha letti ci ha assicurato che il suo modo di esprimersi è davvero speciale

        Eccallà, ma non può fare torte di fango e mangiarsi i pastelli come tutti gli altri bambini?

        Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *