Harbinger Down (2015)

Harbinger Down si inserisce nel filone dei cloni de La Cosa, e lo fa con incredibile stile anni’80.

Titolo Harbinger Down
Genere Fantascienza, Horror, Creature
Anno 2015
Regista Alec Gillis
Produttore Amalgamated Dynamics
Dark Dunes Productions
Minuti 82
Lingua inglese

Nei film di fantascienza, le basi sperdute fra i ghiacci del Polo Nord o dell’Antartide finiscono sempre malissimo. Sono sperdute, isolate, e di solito uno stramaledetto alieno è rimasto congelato nelle vicinanze qualche millennio prima. HD non fa eccezione, ma stavolta al posto della grande base di ricerca c’è una nave bloccata in mezzo ai ghiacci.

La Harbinger è un vascello per la pesca dei granchi su cui si sono imbarcati un gruppo di dottorandi che studiano gli effetti del global warming. Insomma, i classici salvatori di cetacei che tutti vorremo vedere impallinati dai feroci cacciatori di balene giapponesi. Nelle fresche acque del mare di Bering, la nave recupera una sonda lunare russa precipitata nel 1982 che si rivela essere, manco a dirlo, infetta marcia di porcherie aliene.

Il cast non è malvagio. Il capitano della nave è Graff, interpretato dall’ormai inossidabile Lance Henriksen, ma ci sono anche il figlio del mago degli effetti speciali Stan Winston e altri attori più o meno conosciuti. Ma la cosa migliore del film è la passione riversata negli effetti della creatura e delle sue incarnazioni.

Harbinger Down è un film fatto da appassionati per appassionati. La campagna di crowdfunding che ha portato alla sua realizzazione ha coinvolto moltissimi fans dei creature movie degli anni’80, e sia il regista che i produttori hanno una lunga carriera nell’industria degli effetti speciali. Non so quanti siano gli effetti digitali utilizzati nel film, ma penso siano molto vicini allo zero; abbondano invece le protesi, i gloriosi pupazzi coperti di gelatina e altre mostruosità reali.

L’azione è buona e i tempi morti quasi inesistenti, ma la trama è abbastanza scontata. Accanto all’apprezzamento per gli effetti e le belle storie di alieni infettatutto, Harbinger Down suscita quindi la sindrome (comune a molti film del genere e non solo) del “tutto già visto, tutto già fatto”.

Nulla di cui preoccuparsi comunque, nel complesso il film è godibile e piacerà al 100% agli appassionati di fantascienza e horror.

Harbinger Down

Harbinger Down
68.4

Trama

6/10

    Recitazione

    6/10

      Azione

      7/10

        Violenza

        8/10

          Godibilità

          7/10

            I pro

            • effetti old school
            • buon cast
            • alieno ultraviolento

            I contro

            • trama scontata

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *