It Follows (2015)

It Follows è molto più di un underdog. Si tratta infatti del miglior horror dell’anno, e, probabilmente, di uno dei migliori dell’ultima decade.

Titolo It Follows
Genere  Horror
Anno 2015
Regista David Robert Mitchell
Produttore  Animal Kingdom
Northern Lights Films
Two Flints
Minuti  107
Lingua inglese

È molto complicato trovare le parole giuste per descrivere questo film, perché parlando troppo c’è il rischio di rovinarne la visione. E, ve lo assicuro, una volta iniziato avrete solo voglia di gustarvelo appieno, senza spoiler o fastidiosi suggerimenti.

Il 2015 è stato un anno molto fortunato per gli amanti dell’horror, ma It Follows riesce dove tanti altri film horror hanno fallito e mette una bella spunta sulle caselle “tensione” e “capacità di innovare”.

C’è qualcosa che vi segue. Potete intuirne la forma fisica, ma non la sua vera essenza. E state tranquilli che vi seguirà ovunque, in modo lento ma inesorabile, con le fattezze di un estraneo o di un vostro conoscente. E alla fine vi prenderà. Il modo per porre fine all’incubo non è complicato, ma oltre a non essere definitiva, richiede una scelta dai terribili risvolti morali.

A 40 anni, il regista David Robert Mitchell fa un esordio con il botto. In un’intervista ha raccontato di essersi basato, per l’idea fondamentale del film, a un incubo ricorrente di quando era bambino: l’idea di essere braccato da qualcosa di sconosciuto. Ci racconta quindi la storia della giovane Jay, che facendo sesso occasionale (in spregio di quanto insegnatoci da Santa Romana Chiesa!) con un losco figuro si ritrova addosso una terribile maledizione.

Se la trama e la recitazione sono davvero di ottimo livello, dal punto di vista sensoriale quello che colpisce di più è il sonoro, psicologicamente devastante. La fotografia e le inquadrature sono evocative e, in certi momenti, toccano delle corde orrorifiche che in pochissimi sono in grado di suonare.

Un film che non dimenticherete.

It Follows

It Follows
8.8

Trama

10/10

    Recitazione

    9/10

      Violenza

      7/10

        Azione

        9/10

          Godibilità

          10/10

            I pro

            • originalità
            • suspance
            • effetti sonori

            I contro

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *